Gruemp ti ascolta...

Il bilancio delle competenze

formazioneamica
FacebookLinkedInTwitterWhatsAppEmail
E’ appena passato un settembre caotico. Un tempo era il mese del rientro dopo le vacanze, un momento per convogliare le energie rinnovate, riassettare gli equilibri di famiglia, tra inizio delle scuole e rientro al lavoro. Da qualche anno settembre è il mese, l’ennesimo, che serve per mettere a fuoco, ritrovare la linea guida che in teoria non si dovrebbe mai aver lasciato. Le difficoltà economiche che toccano un po’ tutte le categorie sembrano la causa maggiore. Ma la causa maggiore di questo torpore siamo noi. Noi che ci lasciamo influenzare da ogni battibecco dei nostri politici, da ogni dato del Pil che ci dicono essere preoccupante, da ogni allarmismo lanciato dai mass media. Alle reali difficoltà di ogni giorno (ma quando mai non ce ne sono state?) aggiungiamo quelle che ci creiamo da soli. A questo proposito mi è piaciuto molto un servizio su un magazine che ritengo molto leggero, direi modaiolo e frivolo, ma che su questi concetti fa spesso mente locale. E’ Glamour e proprio nel numero si settembre ha stilato un elenco che ha chiamato “Gli esercizio per vivere meglio (e più a lungo)”. E non si tratta di fare yoga o pilates. O comunque non solo. Tra i punti c’è “misurare la propria tolleranza allo stress”, aspetto da non sottovalutare e “fare il bilancio delle competenze”. L’aiuto di un coach è suggerito non solo per rilanciare la carriera ma per trovare un proprio equilibrio. Un modo per rimettere a posto le priorità, non lasciarsi influenzare troppo dagli eventi esterni, smetterla di piangersi addosso e bloccarsi per ogni minima difficoltà. Ora siamo ad ottobre il bilancio diventa un imperativo per tutti. A quando il vostro ultimo bilancio di vita e competenze?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − undici =