Gruemp ti ascolta...

FORMAZIONEAMICA: L’intelligenza Emotiva…una competenza indispensabile

formazioneamica
FacebookLinkedInTwitterWhatsAppEmail
L’intelligenza emotiva e tutto quanto riguarda le emozioni è un ambito vastissimo ma molto affascinante. Dai primi anni ’90, quando iniziai ad interessarmi di intelligenza emotiva e formazione, le cose sono cambiate molto e una volta tanto in positivo. Non si contano ormai le pubblicazioni, i corsi e i vari siti nei quali si parla e si affronta questo importante aspetto della vita delle persone. Come sempre il fatto però che se ne parli molto, non significa che ci si dedichi fino in fondo ad applicare le moltissime conoscenze sul tema, sviluppando proprio la “competenza di intelligenza emotiva”. Grande merito va riconosciuto a Daniel Goleman che nel 1995 scrisse il libro diventato poi un best seller mondiale che portava proprio questo nome “l’intelligenza emotiva”, e poi a seguire molti altri che l’hanno vista come nuovo orizzonte nelle relazioni professionali, in famiglia, nell’educazione. Personalmente assieme a mio fratello Claudio mettemmo a punto proprio in quell’anno un corso che aveva, tra i tanti obbiettivi, quello di fare formazione per aiutare le persone a sviluppare meglio la competenza di intelligenza emotiva e altre competenze trasversali. Oggi, questa esperienza formativa dal nome evocativo e attualissimo, “Corsa nella Luce”, è il nostro corso TOP che da 20 anni gestiamo e conduciamo direttamente. Corsa Nella Luce è un’esperienza formativa “unica” di grande impatto motivazionale che è solo il primo step di un vero e proprio percorso di sviluppo personale e manageriale che chiamiamo Avventura Vincente. Abbinare il concetto di intelligenza, tipicamente inteso, come un aspetto cognitivo e razionale con le emozioni, qualche anno fa sembrava una cosa esagerata, ed invece ha segnato un punto di svolta per moltissimi aspetti nella vita delle persone e per il successo di tantissime organizzazioni aziendali. Gli studi in ambito psicologico, sociale e antropologico che riguardano le emozioni sono anche più datati, ma lo sviluppo che i più recenti studi hanno permesso di dare all’influenza delle emozioni sulla nostra vita, sulle nostre azioni e sui nostri stili di vita, è stato molto importante e significativo. Tenendo le cose semplici, possiamo definire l’intelligenza emotiva così: “la capacità di riconoscere, utilizzare, comprendere e gestire in modo consapevole le proprie ed altrui emozioni”. Saper percepire, riconoscere e poi successivamente regolare le proprie emozioni è importantissimo a tutti i livelli: in famiglia, nella vita di coppia, nel sociale e anche nel lavoro. L’esposizione di ogni persona alle emozioni, è aumentata moltissimo negli ultimi vent’anni, ogni giorno ognuno di noi viene coinvolto in situazioni e contesti che suscitano e generano tantissime emozioni diverse oggi anche tramite tecnologie. Ormai chiunque si sarà trovato almeno una volta ad imbattersi nei social network con gli Emoticons, quelle faccine buffe che in realtà sono un ampissimo spettro di tante sfumature diverse di emozioni e stati d’animo che le persone possono provare. Certo nella nostra quotidianità gli effetti delle nostre emozioni sono ben più consistenti di quello che può suscitare una faccina, ma anch’essa è uno strumento con il quale esercitarsi nel riconoscimento del proprio stato d’animo. Quando le emozioni negative si impadroniscono del nostro modo di pensare e di agire le conseguenze sono molto dannose per il nostro benessere psicofisico. Quando le emozioni positive invece fanno parte di noi ecco che abbiamo un’energia più positiva a disposizione e il nostro benessere viene amplificato. Immaginiamo che noi siamo come un pendolo che scandisce il passare del tempo e l’oscillare delle emozioni che viviamo. Ad un estremo trovano spazio le emozioni più negative come la paura, all’altro quelle più positive come il coraggio. Comprendiamo facilmente che è difficile che noi possiamo vivere sempre e soltanto quelle che si trovano ai due estremi, esistono anche una serie di emozioni intermedie che però dobbiamo imparare a riconoscere. Quando percepiamo che il nostro pendolo è fermo sull’estremità che riguarda le emozioni negative dobbiamo cercare di fare qualcosa per farlo muovere di nuovo spostandolo anche verso emozioni meno estremizzate. Così come quando ci capita di vivere emozioni estremamente positive, serve avere consapevolezza che non può durare per sempre e che ci saranno ancora anche emozioni meno gradevoli. Possiamo anche dire però, che le emozioni in sé non sono ne negative ne positive, ma è la percezione che ne abbiamo di esse e i conseguenti significati che noi attribuiamo loro che ce le fanno valutare in modo per noi negativo o positivo. La comunicazione che noi adottiamo con noi stessi e con gli altri determina molto del nostro stato emozionale ed è per questo che è importante per sviluppare l’intelligenza emotiva imparare a riconoscere ed usare frasi e parole adeguate alla situazione che viviamo riconoscendo che tipo di emozione possiamo suscitare in noi e negli altri con determinate parole. Avere consapevolezza di sé permette di avere una migliore gestione di sé stessi, avere consapevolezza degli altri facilita la gestione delle relazioni con gli altri. In pratica le emozioni sono come un regolatore dei nostri atteggiamenti e delle nostre azioni. Proprio in sintonia con questo importante aspetto che riguarda la comunicazione, è importante per tutti noi imparare ad evitare di esprimersi con parole negative nei confronti di noi stessi e degli altri. Meglio evitare di ascoltare per troppo tempo persone o media che parlano di fatti negativi, provare emozioni negative non piace a nessuno e non è nemmeno utile alla nostra salute e al nostro benessere. Più utile è invece impegnarsi a donare alla nostra vita, a quella dei nostri cari e ad altri, l’occasione di vivere comportamenti e situazioni, che favoriscano percezioni positive che possano stimolare pensieri e quindi emozioni positive. Guarda il video dell’argomento: VIDEO INTELLIGENZA EMOTIVA Scarica qui di seguito il PDF dell’argomento: Gruemp FormazioneAmica slide INTELLIGENZA EMOTIVA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − 9 =