Gruemp ti ascolta...

Un diritto di tutti…una scelta coraggiosa

formazioneamica
FacebookLinkedInTwitterWhatsAppEmail

Quasi tutti ci lamentiamo, orma da due anni e più, della situazione “politica italiana”, in effetti non siamo per niente messi bene. Abbiamo ascoltato ogni tipo di promessa, proclama, comizio da tutte le parti, in tutte le salse, su ogni media. Ormai ci verrebbe voglia anche di astenerci o di fare scheda bianca, ma questo sarebbe l’ennesimo errore, dopo quello di aver votato “noi Italiani” i partiti e alcune persone che ci hanno condotti fin qui. Forse ogni parte in campo, negli ultimi dieci anni, ha fatto qualcosina di buono ma certamente hanno prevalso, a nostro scapito, il mantenimento del potere, dei privilegi, delle loro clientele e molto altro di peggiore. Siamo quasi tutti abbastanza stufi di questo andazzo che ci ha ormai portati verso il baratro, però…diventa ora importante prendere atto e consapevolezza di tutto questo. E’ bene anche non illudersi troppo o avere delle aspettative esagerate su strabilianti “colpi di magia” a nostro favore dopo il voto, forse si imboccherà una strada che ci vedrà impegnati in altre tappe. La cosa più importante di tutte diventa “ANDARE A VOTARE” ! Ci resta praticamente solo questo per tentare di dare una direzione possibilmente “nuova”, un ennesimo tentativo di costruire “un’Italia migliore”, servirà? Speriamo e comunque lo sapremo forse settimana prossima forse tra un mesetto. Non servirà? Peccato, dovremmo proseguire, come la maggioranza delle persone fa ogni giorno, purtroppo, a non fare troppo conto sull’organizzazione dello “stato” come di un alleato prezioso. Abbandonare la nave e non votare? Significa non svolgere completamente il proprio ruolo di cittadino. Farsi coinvolgere da un voto di protesta? Può essere una strada, protestando a volte qualcosa si ottiene, basta farlo in modo civile e democratico. In pratica Votare è esprimere comunque chiaramente una valutazione e un giudizio su chi ci dovrebbe governare. In attesa che cambino questa orrenda legge elettorale, utilizziamo questa. “ANDIAMO A VOTARE”, riflettiamo bene e “FACCIAMO UNA SCELTA”. Scegliamo in modo più ragionato, più consapevole possibile, usando l’intelligenza più che l’emotività. Ogni giorno siamo chiamati a fare scelte più o meno importanti per la nostra vita, quella del voto è una scelta importante. Formarsi un’idea su qualcosa che per noi ha un valore e confermarla con il voto è una condizione di libertà, una scelta civica, democratica, matura. D’altra parte noi di GRUEMP invitiamo sempre ad “informarsi bene per Formarsi meglio” e quindi su questo tema possiamo dire “informarsi bene per votare meglio”. L’ITALIA ha bisogno del nostro voto, anche se domenica e lunedì dovesse nevicare e …speriamo ne esca qualcosa di buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + 9 =